Audi e la Guida autonoma: testata su strada la tecnologia V2X nei veicoli connessi

Audi porta avanti i suoi testi per quanto riguarda la guida autonoma testando la tecnologia suddetta su alcuni veicoli connessi

0
109

Lo sviluppo della guida autonoma sta comprendendo quasi tutte le case automobilistiche. Tra le più in mischiate c’è Audi, chi sta conducendo alcuni test all’interno della metropoli cinese Wuxi.

Qui è presente l’infrastruttura connessa, ovvero una strada dotata di sistemi di ultima generazione in grado di accogliere tale tipologia di guida autonoma. Una versione modificata dell’Audi A8 ha percorso la zona senza l’ausilio del conducente utilizzando la comunicazione V2X (Vehicle-to-everything). Quest’ultima permette infatti di far comunicare le auto tra loro. Queste le parole da parte di Michael Hofmann, vicepresidente esecutivo per ricerca e sviluppo di Audi Cina:

Audi ha fatto un salto di qualità con le sue tecnologie IoV (Internet of Vehicles). Qui in Cina, abbiamo un’opportunità unica per testare queste tecnologie su strada e presentarle al pubblico. Non solo stiamo testando per la prima volta al mondo la guida completamente autonoma di livello 4 con i segnali V2X su strade pubbliche, ma stiamo anche utilizzando per la prima volta la tecnologia IoV per inserire i dati nel sistema di guida autonoma del veicolo.”

“Grazie alla tecnologia V2P, i veicoli sono in grado di frenare autonomamente per evitare una collisione con pedoni nascosti alla vista, riducendo così drasticamente gli incidenti tra vetture e persone. Tra le tecnologie V2P brevettate da Audi non manca l’avvertimento per i ciclisti in avvicinamento alla vettura, utile per prevenire collisioni accidentali durante l’apertura delle portiere.”