Caro carburante: prorogato dal Governo il taglio delle accise

All'interno del nuovo decreto, oltre ad altri affari, è stata ufficializzata la proroga del taglio delle accise sul carburante

0
80

Il caro carburante sembrerebbe essere arrivato in una fase di stallo, la quale avrebbe visto i prezzi scendere in maniera ragionevole rispetto alle scorse settimane che avevano rappresentato un periodo davvero nero per gli automobilisti italiani.

Durante la serata di giovedì, il Governo ha ufficializzato i nuovi incentivi auto 2022 annunciando però anche una proroga del taglio di 0,25 € + IVA in merito alle accise.

La misura avrà l’obiettivo di contenere il prezzo dei carburanti permettendo alle famiglie e alle imprese di alleviare l’impatto sul loro bilancio. Il Governo aveva infatti già dichiarato che sarebbe intervenuto ulteriormente nel momento in cui il mercato avesse assunto un determinato andamento. Lo scopo è quindi quello di contenere i prezzi del carburante con una nuova proroga di 10 giorni, i quali culmineranno il 2 maggio 2022. 

Tale manovra è stata possibile grazie alla possibilità del Governo stesso di sfruttare ancora l’extragettito dell’IVA sui carburanti per finanziare ulteriormente il taglio delle accise. Ad annunciare la proroga è stato il ministro dell’Economia Daniele Franco: 

Oggi ricordo che con decreto ministeriale firmato da me e dal ministro Cingolani abbiamo esteso di 10 giorni l’abbattimento di 25 centesimi dell’accisa su benzina e gasolio utilizzando il sovra-gettito iva, quindi l’abbattimento dell’accisa viene esteso da oggi fino al 2 maggio.