Crisi economica: più di 2.000 operai a rischio a Mirafiori

0
31

All’inizio del 2024, la vendita di auto elettriche in Italia fatica a prendere il volo, con conseguenze pesanti per le fabbriche Stellantis nel Paese. Migliaia di operai Fiat e Maserati dovranno fare i conti con la cassa integrazione a causa della mancanza di domanda di auto elettriche, in particolare della 500e. Il gruppo Stellantis ha annunciato che ben 2.250 lavoratori dell’impianto di Torino Mirafiori andranno in cassa integrazione a causa di questo calo di richiesta. I dati del 2023 mostrano una vendita di 77.000 Fiat 500e, al di sotto delle previsioni del gruppo. Il 2024 non è iniziato nel migliore dei modi, con il pubblico italiano in attesa degli incentivi auto da parte del Governo Meloni. Questa incertezza ha frenato gli ordini di auto elettriche presso le concessionarie. Si attendono incentivi fino a 13.750 euro per l’acquisto di una nuova auto elettrica. Inoltre, circolano voci su vantaggi extra per le auto prodotte in Italia, che dovrebbero favorire la Fiat 500e. Tuttavia, la conferma di queste misure è ancora in sospeso, e gli automobilisti sono in attesa di chiarimenti. Speriamo che gli incentivi auto 2024 possano dare una svolta positiva per Torino Mirafiori, come auspica il segretario generale della Fiom Cgil di Torino, Edi Lazzi.

Articolo precedentePer il suo prossimo piano spaziale
Prossimo articoloLa verità dietro la Pagani Huayra: un’indagine approfondita
Avatar
Sono una giovane e appassionata giornalista di 22 anni che lavora per il rinomato sito di tecnologia "Tecnoandroid.it". Nata e cresciuta a Roma, Italia, ho sviluppato un grande interesse per la tecnologia e i dispositivi elettronici fin dalla tenera età.