La (s)fida automobilistica tra Mercedes e BMW: chi sarà la regina delle strade?

0
55

La berlina Han di BYD sta cercando di farsi notare per le sue peculiarità. Tuttavia, durante i test di slalom sembra incontrare delle difficoltà. Il tester in un video la definisce “selvaggia” e la paragona addirittura a un’auto Scalextric, a causa della sensibilità dell’acceleratore.

Una velocità eccezionale richiede un controllo altrettanto eccezionale. Ci sono segnali che la Byd Han, che nel frattempo sta battendo tutti i record di vendita, potrebbe avere dei problemi da risolvere in questo senso, come suggeriscono i risultati dei test di agilità condotti da km77.com, che mettono alla prova le capacità di manovra dell’automobile.

Anche nel temuto test dell’alce, famoso per mettere alla prova le capacità di manovra delle vetture, la BYD Han non riesce a raggiungere la velocità di ingresso di riferimento di 77 km/h. L’automobile soffre di sottosterzo, colpisce alcuni coni e non riesce a completare nemmeno il terzo set del percorso.

Questi risultati deludenti sono un segnale altrettanto negativo per i potenziali acquirenti. A titolo di confronto, anche se la Mercedes EQE 350, con la quale abbiamo avuto l’opportunità di provare per due settimane, non è riuscita a superare la velocità di riferimento di 77 km/h, è riuscita a completare il percorso a una velocità rispettabile di 74 km/h ed è stata anche più veloce e prevedibile durante lo slalom.

I tester di km77.com concludono che la BYD Han non può essere considerata una berlina sportiva, ma si distingue per la potenza e il lusso. Tuttavia, sembra che siano necessarie delle migliorie nelle dinamiche del telaio dell’automobile.

Articolo precedenteLa lotta tra Porsche e l’Unione Europea: il divieto di registrare i suoni esclusivi per gli EV
Prossimo articoloL’Aston Martin Virage Coupé: L’autentica perla dell’esclusività automobilistica
Avatar
Sono una giovane e appassionata giornalista di 22 anni che lavora per il rinomato sito di tecnologia "Tecnoandroid.it". Nata e cresciuta a Roma, Italia, ho sviluppato un grande interesse per la tecnologia e i dispositivi elettronici fin dalla tenera età.