Stellantis rivoluziona il settore automobilistico adottando lo standard NACS di Tesla in Nord America

0
56

Alla fine, anche Stellantis ha annunciato ufficialmente l’adozione del nuovo standard per la ricarica NACS in Nord America. La casa automobilistica ha dichiarato che il connettore sarà integrato in alcuni modelli elettrici selezionati a partire dal 2025.

Durante il periodo di transizione, Stellantis renderà disponibili anche adattatori per i veicoli dotati della porta di ricarica con lo standard CCS, consentendo ai conducenti di accedere all’infrastruttura privata e pubblica che utilizza lo standard NACS.

La scelta di Stellantis di adottare il connettore di ricarica SAE J3400, noto come NACS, è stata annunciata in modo molto diverso rispetto alle altre case automobilistiche. Nel comunicato, non è stata menzionata Tesla e nemmeno la parola NACS.

La decisione sembra essere collegata alla joint venture IONNA di cui fa parte Stellantis, la quale intende realizzare almeno 30 mila punti di ricarica in Nord America entro il 2030, con connettori CCS e NACS. Si prevede il lancio delle prime stazioni negli Stati Uniti nel corso del 2024.

Pare che non ci sia alcun accordo con Tesla per i Supercharger che non siano già aperti ai conducenti di veicoli elettrici non Tesla, anche se le auto elettriche di Stellantis potranno comunque accedere ai Supercharger in Nord America.

Articolo precedenteE-Bike: Le regole per il trucco legale
Prossimo articoloLa ribellione dei trattori: contro l’elettrico
Avatar
Sono una giovane e appassionata giornalista di 22 anni che lavora per il rinomato sito di tecnologia "Tecnoandroid.it". Nata e cresciuta a Roma, Italia, ho sviluppato un grande interesse per la tecnologia e i dispositivi elettronici fin dalla tenera età.