Svelando il potenziale nascosto della batteria: oltre ad alimentare strumenti, può anche dar vita ai tuoi device!

0
3

Il celebre Ford Ranger si appresta a diventare un’auto ibrida plug-in: verrà introdotto dall’azienda all’inizio del 2025. Questa sarà la prima volta che questa motorizzazione sarà disponibile per il pick-up.

Come probabilmente saprete, l’ibrido plug-in implica che il nuovo Ranger sarà equipaggiato con un motore a combustione interna, in particolare con un potente Ford EcoBoost da 2.3 litri, un motore elettrico e una batteria di trazione che permetterà al veicolo di percorrere oltre 45 km senza emettere alcun tipo di inquinamento. Questa caratteristica permette ai professionisti di utilizzare il Ranger anche nelle “zone a basse emissioni”. Inoltre, la presenza di una grande batteria a bordo consente di utilizzare numerosi strumenti e dispositivi di lavoro grazie alla tecnologia Pro Power Onboard, che può essere facilmente accessibile dal cassone posteriore. Non sarà quindi necessario trasportare un generatore di corrente separato. Inoltre, il conducente avrà la possibilità di scegliere come utilizzare la batteria a bordo, se preferisce usarla per la trazione o conservarla per utilizzi successivi.

Come si suol dire, il lupo perde il pelo ma non il vizio, e lo stesso si può dire per il Ranger Plug-in Hybrid: la capacità di traino massima sarà di 3.500 kg, come per gli altri modelli della gamma. Il veicolo avrà anche trazione integrale, con diverse modalità di guida selezionabili e funzioni avanzate di sicurezza e assistenza alla guida. Inoltre, il nuovo Ranger Plug-in Hybrid sarà integrato nell’ecosistema connesso Ford Pro, che offrirà servizi di ricarica, soluzioni software e assistenza.

Il lancio del nuovo Ranger Plug-in Hybrid segue l’arrivo in Italia dei nuovi modelli Ranger Wildtrak X e Tremor.