Un nuovo cambiamento nel mondo dell’auto elettrica: l’arrivo di un rivoluzionario punto di ricarica!

0
234

Le auto elettriche continuano a subire grossi sviluppi e cambiamenti, ed ora c’è una notizia che può cambiare davvero tutto.

Mancano poco più di 11 anni alla data che cambierà la storia della mobilità, e che porterà le auto elettriche ad essere le uniche a poter essere prodotte in Europa. Dal primo gennaio del 2035, infatti, le vetture con motore a combustione, anche ibride e plug-in ibride, saranno bandite, ma quelle già esistenti potranno continuare a circolare.

Si tratta di una decisione molto difficile da accettare per i puristi del motore a scoppio, ma ormai non ci sono dubbi sul fatto che le cose andranno in questo modo. In queste ore, dalla Germania è arrivata una notizia clamorosa che riguarda le auto elettriche ed il modo in cui si andranno a ricaricare nei prossimi anni.

Auto elettriche, ecco come si ricaricheranno in futuro

Sulle auto elettriche c’è un grande potenziale di sviluppo, e ciò è del tutto normale considerando che siamo ancora all’inizio della conversione del parco automobilistico. In questi ultimi giorni sono arrivate grandi novità riguardo ai supercharger della Tesla, che a breve potranno essere sfruttati anche dagli altri marchi e che garantiranno tempi di ricarica molto più rapidi rispetto al passato.

Un’ultima idea riguardo al discorso ricarica è maturata in questi ultimi giorni, e proviene dalla città di Colonia, in Germania. In questo luogo è iniziato un progetto che riguarda la possibilità di caricare le auto elettriche tramite i cordoli dei marciapiedi. In sostanza, nel momento in cui andrete a parcheggiare la vostra vettura ad emissioni zero a bordo della strada, si potrà collegarla ad una presa di corrente che si trova ai piedi del veicolo.

Il progetto è frutto della collaborazione tra il gruppo industriale Rheinmetall e dalla società di mobilità elettrica TankE. Se il progetto dovesse andare a buon fine e prendere piede, si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione, perché andrebbe ad eliminare la necessità di montare le colonnine di ricarica. Ovviamente, parliamo di un progetto che è ancora in fase di studio e che richiederà di tempo e collaudi per essere approvato, ma c’è da dire che le basi di partenza sono molto buone.

Sarà molto più facile caricare le vostre EV, visto che i marciapiedi si trovano in ogni città ed in ogni loro angolo, ed anche il nostro patrimonio ne andrà a beneficiare, visto che le colonnine verranno del tutto eliminate. Se vi siete chiesti il motivo per cui il progetto è nato in Germania, ora ve lo spiegheremo.

Entro il 2030, in questo paese c’è bisogno di installare ben 1 milione di colonnine, ma ci sono diversi problemi logistici che sembrano impedirlo. Per questo motivo è nato questo nuovo progetto, che di certo potrebbe tornare molto utile anche in Italia, dove la situazione è ancor peggiore.

Soprattutto nel Sud delll’Italia, infatti, ci sono tantissimi luoghi in cui è impossibile ricaricare una vettura ad emissioni zero, e questo è un problema che diventerà sempre più grande in futuro. Vedremo se la ricarica tramite i marciapiedi porterà a quelli che sono i risultati sperati.

Articolo precedenteTrasformare un ostacolo in un’opportunità: come risparmiare sul carburante
Prossimo articoloLa multa del parcheggio distratto: quando la distrazione costa cara a Cuneo
Avatar
Laureata in Culture Digitali e della Comunicazione, nonché in Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica, svolgo da anni il lavoro di redattrice digitale. Tra le mie passioni, ci sono il canto, il disegno. Inoltre amo viaggiare.