Viaggiando nel tempo, ma non nella sostenibilità: i costi dell’inquinamento ambientale

0
3

In molte città, le autorità hanno deciso di abbassare il limite di velocità a 30 km/h con l’intento di rendere le strade più sicure e l’aria meno inquinata. Tuttavia, ci sono pochi studi su questo tema. Recentemente, un progetto di ricerca realizzato dal MIT Senseable City Lab, in collaborazione con UnipolTech, ha fornito nuovi dati interessanti focalizzati sul territorio del Comune di Milano.

Per la prima volta sono stati condotti in modo accurato e obiettivo simulazioni sulle variazioni dei tempi di percorrenza e sulle emissioni inquinanti in diverse strategie di abbassamento dei limiti di velocità urbana.

I risultati mostrano che la riduzione del limite di velocità ha portato ad un aumento lieve dei tempi di percorrenza, con incrementi che vanno da 2 secondi a 89 secondi a seconda delle aree interessate. In particolare, si è notata un aumento delle emissioni nocive durante le ore di punta.

Il Direttore del MIT Senseable City Lab, Carlo Ratti, ha evidenziato che la riduzione del limite di velocità a 30 km/h comporta un aumento delle emissioni di CO2 e PM, soprattutto nelle fasce orarie più trafficate.

Questi incrementi sono principalmente dovuti alle caratteristiche progettuali dei motori termici, ottimizzati per prestazioni migliori a velocità moderate. Nel caso dell’applicazione del limite di 30 km/h in tutto il Comune di Milano, si stima un aumento delle emissioni di CO2 e PM.

Le future ricerche si concentreranno sugli impatti sulla sicurezza stradale, analizzando il rischio di incidenti associati ai rallentamenti improvvisi. L’obiettivo è capire se la riduzione dei limiti di velocità possa effettivamente migliorare la sicurezza stradale.

Carlo Ratti ha dichiarato che i risultati attuali sono solo l’inizio di una ricerca che mira ad aiutare le amministrazioni a prendere decisioni migliori in merito alla gestione della mobilità urbana. Grazie ai dati forniti dai sistemi di trasporto, si potrà comprendere meglio l’impatto della riduzione dei limiti di velocità sul progresso verso città più sostenibili e vivibili.

Articolo precedenteSuzuki S-Cross 2024: scopri i nuovi allestimenti e prezzi da non perdere!
Prossimo articoloI motori ibridi: scopri le ultime novità, prestazioni, prezzi e video!
Avatar
Laureata in Culture Digitali e della Comunicazione, nonché in Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica, svolgo da anni il lavoro di redattrice digitale. Tra le mie passioni, ci sono il canto, il disegno. Inoltre amo viaggiare.