Rivoluzione Auto elettriche: ecco le batterie a stato solido

Capaci di ricaricarsi in 15 minuti con un autonomia di 650 km, le nuove batterie a stato solido potrebbe dare una svolta alle auto elettriche.

0
36

Capaci di ricaricarsi in 15 minuti con un autonomia di 650 km, le nuove batterie a stato solido potrebbe dare una svolta alle auto elettriche.

Batterie a Stato Solido: Le auto elettriche diventeranno paragonabili a quelle a combustione

La svolta tanto attesa potrebbe arrivare a breve, grazie a Quantumscape una azienda americana della Silicon Valley.

Le auto elettriche esistono da decine di anni, come non ricordare la Panda Elettra con cambio a tre marcie e batterie al Gel senza manutenzione. Un’auto ideata per il circuito cittadino ma con una ridotta autonomia.

E proprio l’autonomia e i tempi di ricarica sono stati i fattori che fino ad ora ne hanno affossato la diffusione su larga scala.

Con l’avvento delle Tesla di Elon Musk, che hanno riscosso un grande successo, gli altri grandi brand automobilistici hanno iniziato a investire seriamente sulla mobilità elettrica.

Da non sottovalutare anche la spinta mossa dai governi e in particolare dall’Unione Europea che ha imposto lo stop delle vendita di auto a combustione interna per il 2035. 

Ne deriva che volenti o nolenti questa transazione va fatta, i tempi sono maturi come anche le tecnologie e i cambiamenti climatici non aspettano i tempi dell’uomo.

Grazie a Quantumscape presto potremmo vedere delle auto elettriche con batterie a stato solido.

Questa nuova tecnologia proposta dall’azienda americana, di cui Volkswagen è il maggior azionista, consentirà di percorrere fino a 650 Km e ricaricare l’auto in appena 15 minuti.

Un accumulatore allo stato solido è una tipologia di batteria che utilizza elettrodi solidi e un elettrolita allo stato solido, invece degli elettroliti in gel liquido o polimerico presenti nelle batterie agli ioni di litio o ai polimeri di litio.

I primi prototipi saranno pronti entro il 2023 mentre per vedere un auto su strada occorrerà attendere tra il 2024 e il 2025.