Semafori nuovi con il countdown: ecco quando arriveranno e come funzioneranno

Una rivoluzione obbligatoria, dall'Asaps le ultime direttive in merito all'utilizzo dei semafori con countdown

0
27

Sembra che in Italia ci sia la possibilitò che arrivino i semafori con timer per le auto.

Secondo quanto riferito sul sito dell’ Asaps da Luigi Altamura, Comandante Corpo Polizia Municipale di Verona e delegato Associazione amici polizia stradale: “A distanza di 12 anni, dopo una gestazione infinita è in dirittura d’arrivo il decreto del Ministero con il quale vengono definite le caratteristiche per l’omologazione e per l’installazione di semafori con il tempo residuo di accensione delle luci.”

La legge 120 del 2010 lo aveva indicato all’articolo 60 e il decreto ministeriale del 27 aprile 2017 aveva specificato alcune norme e viene abrogato dal nuovo testo in corso di approvazione. Ma la nota del Ministero dello sviluppo economico aveva indicato la necessità di una revisione del decreto, con la conseguente notifica alla Commissione europea del nuovo progetto di norma per la disciplina dei semafori con countdown” ha spiegato ancora il rappresentate dell’Asaps in un comunicato stampa.

Il via libera è stato ottenuto il 9 febbraio 2022, adesso bisogna solo aspettare che il ministero presenterà il testo definitivo alla Commissione Europea.

Cosa prevede il nuovo decreto

“I dispositivi che segnaleranno il tempo residuo di accensione delle luci nei semafori saranno montati solo su impianti esistenti e già individuati negli incroci nei quali è prevista l’istallazione” come citato sul sito di asaps.it.

Il decreto prevede inoltre l’installazione obbligatoria in alcune situazioni specifiche:

  • intersezioni dove sono presenti attraversamenti pedonali o ciclabili e gli attraversamenti al di fuori delle intersezioni;
  • l’installazione in abbinamento alle lanterne pedonali di luce gialla in caso di collocamento su strade che presentano almeno un senso di marcia, un numero di corsie maggiore a due, o che richiedono almeno 20 secondi per l’attraversamento;
  • intersezioni urbane dove sono installati sistemi di rilevamento delle infrazioni di passaggio con il semaforo rosso e dove la durata del giallo è inferiore a 5 secondi;