Volvo annuncia la sua adesione ad Accelerating to Zero Coalition

La casa automobilistica Volvo annuncia la sua adesione ad Accelerating Zero Coalition, per favorire la transizione verso zero emissioni

0
11

Alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutasi a Sharm El Sheikh, in Egitto, la casa automobilistica Volvo ha annunciato la sua volontà di aderire ad Accelerating to Zero Coalition come membro fondatore.

La casa svedese in estate aveva annunciato la sua uscita da ACEA, associazione che riunisce i principali costruttori europei di auto, per divergenti posizioni che riguardavano la transazione ecologica.

Obiettivi della coalizione

Accelerating to Zero Coalition si basa sulla Dichiarazione di Glasgow sui veicoli a emissioni zero redatta alla Conferenza delle Nazioni Unite dello scorso anno. I membri della coalizione sono tutte le parti interessate ad impegnarsi a favorire la transizione ecologica verso una mobilità carbon neutral.

L’obiettivo principale, che tutti i membri si impegnano a cercare di rispettare, è di raggiungere una percentuale di vendite di auto e furgoni privi di emissioni al 100% entro il 2040 e non dopo il 2035 nei mercati principali (Europa, Stati Uniti, Cina e Giappone).
I mezzi per raggiungere questo scopo sono principalmente l’elettrificazione delle flotte aziendali e l’incremento delle infrastrutture come le reti di ricarica. Per farlo era importante stabilire una leadership globale in questo settore.

Jim Rowan, CEO di Volvo Cars, ha dichiarato durante la Conferenza: “I motori termici sono una tecnologia del passato. Dobbiamo abbandonarli se vogliamo contrastare la più grande minaccia che l’umanità si trova ad affrontare: il cambiamento climatico”. 

 La casa svedese è sempre stata molto attiva per quanto riguarda queste tematiche, tanto da comunicare la sua adesione anche all’iniziativa Call on Carbon per incitare i Governi ad introdurre politiche opportune nell’ambito delle tariffazioni delle emissioni di CO2, o carbon pricing.