La rivoluzione elettrica: ecco le auto più vendute in Italia a luglio 2023!

0
203

Il mercato italiano ha confermato il rallentamento della crescita nel mese appena concluso. Nonostante un aumento del 8,8% rispetto al mese precedente, questo risultato è molto inferiore al +23% del primo semestre dell’anno.

Anche le auto elettriche e le ibride plug-in seguono questa tendenza, mostrando un rallentamento significativo pur mantenendo numeri positivi. Le auto elettriche hanno registrato un aumento del 2% nel mese di luglio, raggiungendo una quota del 3%. Le ibride plug-in, invece, hanno registrato un aumento del 24%, portando la quota al 3%. Nel luglio 2022, queste percentuali erano rispettivamente del 3,4% e del 2,8%.

Parlando in termini di volumi assoluti, sono state immatricolate 2.701 auto elettriche nel mese di luglio (2.649 nel 2022). Nel corso del 2023, le immatricolazioni di auto elettriche sono state 25.552, rispetto alle 20.281 dello scorso anno (+26%). Per quanto riguarda le ibride plug-in, le immatricolazioni di luglio sono state 2.708 (2.183 nello stesso periodo del 2022). Nel complesso, nel corso dei primi 7 mesi dell’anno, sono state immatricolate 18.861 ibride plug-in, rispetto alle 19.296 dell’anno scorso (-2,3%).

Nella classifica dei singoli modelli a zero emissioni, la Tesla Model Y si conferma come la più venduta nel mese di luglio, seguita dalla Fiat 500 elettrica e dalla smart EQ fortwo al secondo e terzo posto rispettivamente. Altri modelli presenti nella top five sono la MG4 e la Peugeot e-208, mentre nella seconda metà della classifica troviamo la Dacia Spring, la Renault Megane, la Opel Corsa-e, la Jeep Avenger e la MINI Cooper SE.

Questi dati dimostrano un progressivo rallentamento della crescita del mercato italiano delle auto elettriche e ibride plug-in, evidenziando la necessità di misure strategiche per stimolare ulteriormente la domanda di veicoli a basse emissioni.

Articolo precedenteLeclerc surclassa Sainz: Merito o pura fortuna?
Prossimo articoloIl dominio del presente: Il team di oggi surclassa senza sforzo quello di 20 anni fa – E c’è ancora un’altra scuderia da sfidare!
Felice Galluccio
Giornalista pubblicista. Nella mia vita professionale mi sono sempre occupato di comunicazione: rassegna stampa, addetto stampa, addetto alle pubbliche relazioni, creazioni eventi, correttore di bozze, direttore editoriale di un giornale online, editorialista, social manager.