Leasing sociale alla francese: le ragioni dietro all’arresto delle richieste in eccesso

0
67

Il Presidente Macron, qui ritratto in un carro di Carnevale, sembra essere la guida verso il futuro, ma il suo governo ha messo fine al leasing sociale in Francia a causa del gran numero di richieste pervenute in poco più di un mese. Tuttavia, l’incentivo speciale ripartirà a gennaio dell’anno prossimo.

L’incentivo, volto a rendere accessibili le auto elettriche alle persone meno abbienti, è stato interrotto a metà febbraio. Il governo aveva previsto di approvare circa 25.000 pratiche nel 2024, ma le richieste hanno superato le aspettative, arrivando a un totale di 80.000.

Il leasing sociale offriva un sussidio statale e garantiva rate mensili accessibili, a volte anche di soli 40 euro al mese. Tuttavia, il crescente numero di veicoli venduti ha generato preoccupazioni per i concessionari in termini di rischio finanziario legato alla rivendita dei veicoli a prezzi scontati al termine del contratto di leasing.

Il ministro dell’Industria e dell’Energia, Roland Lescure, ha annunciato che il leasing sociale tornerà, ma non prima del 2025. Si parla anche dell’inclusione dei nuovi modelli di auto elettriche “made in France” che arriveranno sul mercato, come la Renault 5.

Articolo precedenteSalvini e la direttiva del ministero: Bologna Città 30 in discussione
Prossimo articoloMahindra conquista il mercato tedesco con le sue auto elettriche
Avatar
Sono una giovane e appassionata giornalista di 22 anni che lavora per il rinomato sito di tecnologia "Tecnoandroid.it". Nata e cresciuta a Roma, Italia, ho sviluppato un grande interesse per la tecnologia e i dispositivi elettronici fin dalla tenera età.