Bici elettriche sempre più esposte ai furti: scopri come proteggerti con i registri di sicurezza

0
31

I furti di eBike stanno crescendo in Italia e nel mondo, e sempre più persone si trovano a dover difendere la propria bicicletta senza spendere una fortuna in assicurazioni. Molte bici rubate finiscono nel mercato nero, e con l’avvento delle eBike e dei monopattini elettrici il problema è diventato ancora più serio, considerando i costi elevati di questi mezzi. Tuttavia, l’installazione di sensori di blocco e GPS non sembra essere sufficiente a prevenire i furti, che continuano ad aumentare. Per fortuna, ci sono soluzioni alternative come iscriversi a registri appositi. Questi registri permettono di proteggere e identificare la propria bicicletta elettrica, consentendo anche di segnalare un furto o consultarne l’elenco. La compagnia di assicurazioni Sara offre un servizio che memorizza le informazioni del mezzo su registri distribuiti con tecnologia blockchain pubblica, mentre Ancma ha creato il Ciclo registro, un database centralizzato per registrare e certificare la proprietà delle eBike. Ci sono inoltre servizi di enti pubblici e aziende private come il Registro italiano bici (Ribs) e il Progetto bici sicura che consentono di identificare e registrare le biciclette elettriche in modo da rendere più facile il recupero in caso di furto. Anche un servizio privato come il Registro Nazionale Cicli offre la possibilità di identificare e restituire una bici rubata al legittimo proprietario. E non mancano neppure i registri comunali, come quello di Milano, che consentono di punzonare la bici in un negozio aderente o certificarla attraverso l’acquisto di etichette. Insomma, esistono molte opzioni per proteggere la propria eBike e ridurre il rischio di furto.

Articolo precedenteScopri la storia di Alfa Romeo Racing e la sua prestigiosa Giulia Quadrifoglio
Prossimo articoloLa rivoluzione dell’auto elettrica: il futuro secondo BMW
Avatar
Sono una giovane e appassionata giornalista di 22 anni che lavora per il rinomato sito di tecnologia "Tecnoandroid.it". Nata e cresciuta a Roma, Italia, ho sviluppato un grande interesse per la tecnologia e i dispositivi elettronici fin dalla tenera età.