Esplorazione fantasma: dentro l’ex stabilimento Fiat di Termini Imerese

0
24

L’antico impianto Fiat di Termini Imerese, situato a ridosso del mare, è stato uno dei centri produttivi più importanti del celebre marchio italiano. Qui venivano realizzati modelli iconici come la Fiat 500 e la Panda, che in Italia vendono più di qualsiasi modello Volkswagen. Tuttavia, nel 2011, l’impianto ha chiuso i battenti, lasciando dietro di sé un’atmosfera quasi spettrale.

Un youtuber ha recentemente esplorato l’area e ha registrato un video che mostra lo stabilimento abbandonato, con uffici deserti, linee di produzione ferme e tracce del passato che si fondono con il presente. L’orologio fermo alle 6 del mattino e la data del 25 febbraio 2011 scritta su una cornice lasciano trapelare un senso di mistero e abbandono.

Questo stabilimento, che un tempo dava lavoro a 3.200 operai, fu costruito con l’obiettivo di industrializzare il sud dell’Italia e contribuire allo sviluppo economico della regione. Qui, oltre alle Fiat 500 e Panda, venivano prodotte anche altri modelli iconici come la Fiat Punto e la Lancia Ypsilon.

Nonostante gli ottimi volumi di produzione, le voci sulla chiusura dell’impianto iniziarono a circolare negli anni ’90 e alla fine, nel 2011, le serrande si abbassarono definitivamente. L’impianto venne successivamente acquisito da BluTech con l’intenzione di produrre auto elettriche, ma nel 2019 il presidente della società venne arrestato per frode. Ora, il terreno su cui sorge lo stabilimento è stato ceduto e presto l’intera struttura sarà demolita, portando con sé un pezzo della storia automobilistica italiana.

Articolo precedente?
Prossimo articoloMonopattini: le nuove regole delle città per limitarne l’utilizzo
Avatar
Sono una giovane e appassionata giornalista di 22 anni che lavora per il rinomato sito di tecnologia "Tecnoandroid.it". Nata e cresciuta a Roma, Italia, ho sviluppato un grande interesse per la tecnologia e i dispositivi elettronici fin dalla tenera età.