Jaguar XJ13: la belva indomabile che ha sfidato Le Mans

0
35

Negli anni ’60, il principale desiderio della casa automobilistica Jaguar era quello di tornare alla vittoria a Le Mans, l’ambitissima gara di resistenza. Questo obiettivo si basava sul successo precedente ottenuto tra il 1951 e il 1957, con ben cinque vittorie su sette edizioni. La realizzazione della XJ13, progettata per questo scopo, fu affidata a un team segreto di ingegneri, anche contro il parere del fondatore del marchio, Sir William Lyon. Questa dinamica interna rallentò notevolmente il progetto e, quando fu finalmente pronta per la pista, il regolamento cambiò nuovamente, impedendo alla XJ13 di mostrare il suo valore.

La storia della XJ13 può essere definita “maledetta”, poiché il limite di cilindrata massima imposto compromise le prestazioni del grande motore V8 studiato dagli inglesi. Tuttavia, non fu un fallimento totale, poiché la vettura fu utilizzata per fini promozionali, nonostante gli incidenti occorsi durante le riprese e gli eventi successivi.

Dal punto di vista tecnico, la XJ13 era equipaggiata con un potente motore V12 da 4994 cm³, che rappresentava una grande innovazione per Jaguar. In seguito all’abbandono del progetto originale, il motore fu adattato per l’uso su strada. Il telaio, in alluminio, e la carrozzeria realizzata da Malcolm Sayer, conferivano alla vettura una struttura leggera ma resistente.

Nonostante le vicissitudini e i cambiamenti imprevisti, Jaguar intraprese un meticoloso processo di restauro, che coinvolse la riparazione di vari danni e la sostituzione di componenti chiave. La XJ13 rimane una delle icone storiche della casa automobilistica britannica, testimone di una epoca di sogni e sfide.

Articolo precedenteBMW Serie 5 (2024): Il perfetto connubio tra eleganza e prestazioni. Scopri perché dovresti comprarla e perché potresti resistere
Prossimo articoloMercedes-AMG GT 63 S E Performance: la potenza si rinnova
Avatar
Laureata in Culture Digitali e della Comunicazione, nonché in Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica, svolgo da anni il lavoro di redattrice digitale. Tra le mie passioni, ci sono il canto, il disegno. Inoltre amo viaggiare.