Primo volo storico: Ecco il futuro dell’aviazione a idrogeno liquido con pilota!

0
40

È un momento cruciale per il settore dell’aviazione sostenibile. La società tedesca H2Fly, specializzata nello sviluppo di powertrain a emissioni zero per aerei, ha recentemente completato con successo il primo volo di un velivolo alimentato a idrogeno liquido pilotato da un essere umano.

L’obiettivo della H2Fly, che è collegata alla Loby Abiation dal 2021, è quello di diventare la prima realtà al mondo in grado di fornire al mercato un sistema di propulsione funzionante, efficiente e sicuro che sfrutti l’uso di idrogeno liquido per alimentare le celle a combustibile. In questo modo, spera di superare la concorrenza e diventare un punto di riferimento nel settore.

L’utilizzo di idrogeno liquido apre nuove prospettive per i voli a lunga distanza a zero emissioni, in quanto permette di aumentare sia i raggi di azione che i carichi utili. Il velivolo sperimentale HY4, che inizialmente aveva operato con idrogeno gassoso, è stato appositamente modificato per utilizzare l’idrogeno liquido criogenico (LH2). Durante il volo inaugurale nel 2022, l’aereo ha stabilito un record mondiale volando per 124 km a un’altitudine di 2.130 metri nei cieli della Germania.

L’uso di idrogeno liquido come combustibile ha permesso di ridurre il peso e le dimensioni dei serbatoi, consentendo così di raddoppiare l’autonomia dell’aereo, che ora può coprire circa 1.500 km. L’obiettivo futuro è sviluppare un powertrain ancora più performante, in grado di portare l’aereo a un’altitudine di 8.200 metri. Per farlo, la H2Fly aprirà nel 2024 un nuovo centro di aviazione all’idrogeno presso l’aeroporto di Stoccarda.

Josef Kallo, rappresentante della H2Fly, ha dichiarato che questo risultato segna una svolta nell’utilizzo dell’idrogeno come fonte di energia per gli aerei. La società è entusiasta di ampliare la propria tecnologia per gli aerei regionali e altre applicazioni, iniziando così la fondamentale missione di decarbonizzare l’aviazione commerciale.

Questo sviluppo rivoluzionario nel settore dell’aviazione a basse emissioni apre la strada a nuove soluzioni per un trasporto aereo più sostenibile e riduce l’impatto ambientale delle attività di volo.

Articolo precedenteLa Toyota Yaris a meno di 16mila euro: l’offerta irresistibile che sta facendo impazzire gli appassionati di auto
Prossimo articoloLa sfida di comunicare: quando i clienti sembrano parlare un’altra lingua
Felice Galluccio
Giornalista pubblicista. Nella mia vita professionale mi sono sempre occupato di comunicazione: rassegna stampa, addetto stampa, addetto alle pubbliche relazioni, creazioni eventi, correttore di bozze, direttore editoriale di un giornale online, editorialista, social manager.