La rivoluzione delle batterie: ZEEKR presenta la nuova batteria LFP

0
61

L’industria automobilistica è in una fase di grande innovazione, soprattutto per quanto riguarda le tecnologie delle batterie delle auto elettriche. Mentre si attendono ancora alcuni anni per le batterie a stato solido, i produttori stanno migliorando le batterie tradizionali: ZEEKR ha annunciato una batteria che consente di percorrere 500 km con una ricarica di soli 15 minuti.

Questa batteria utilizza la tecnologia LFP, che significa litio-ferro-fosfato, ormai molto diffusa soprattutto nelle vetture a basso costo. Le batterie LFP sono presenti in molti modelli di auto, come ad esempio la Tesla Model 3, e offrono vantaggi come la possibilità di essere ricaricate fino al 100%, a differenza di altre tecnologie che si fermano all’80%. ZEEKR ha perfezionato ulteriormente questa tecnologia, annunciando una nuova batteria LFP sviluppata internamente da utilizzare nella loro nuova ZEEKR 007.

Le batterie di ZEEKR possono ricaricare fino a 500 km in soli 15 minuti, grazie a un’architettura a 800 V. Nonostante le batterie LFP siano considerate meno costose, gli ingegneri di ZEEKR sono riusciti a focalizzarsi sulla densità energetica, ottenendo un risultato sorprendente. L’azienda afferma che la percentuale di utilizzo della batteria sia del 83,7%, grazie all’implementazione di nuovi materiali e una struttura semplificata, senza compromettere la sicurezza.

Nel frattempo, la ZEEKR 001 si appresta a debuttare in Europa, anche se la decisione della Francia di escludere gli incentivi statali per le auto elettriche prodotte in Cina potrebbe influenzare il successo della vettura sul mercato europeo.

Articolo precedenteLibera da pensieri: il bollo auto reso automatico
Prossimo articoloIl futuro dell’energia nucleare in Italia: prospettive e sfide
Avatar
Sono una giovane e appassionata giornalista di 22 anni che lavora per il rinomato sito di tecnologia "Tecnoandroid.it". Nata e cresciuta a Roma, Italia, ho sviluppato un grande interesse per la tecnologia e i dispositivi elettronici fin dalla tenera età.