Hertz annuncia la vendita di 20.000 veicoli elettrici: svalutazione e costi di riparazione sono un problema?

0
26

Negli ultimi anni, Hertz aveva annunciato un piano ambizioso per convertire la sua flotta di auto a noleggio all’elettricità. Nell’ottobre del 2021, la società aveva comunicato l’intenzione di acquistare ben 100 mila Tesla Model 3, e successivamente aveva stretto accordi con Polestar e General Motors.

A fine ottobre 2023, Hertz ha annunciato che avrebbe ridimensionato i suoi piani di elettrificare la sua flotta di auto a noleggio. Ci sono stati due principali motivi dietro questa decisione. Innanzitutto, il taglio dei prezzi applicato da Tesla ha drasticamente ridotto il valore di rivendita delle auto elettriche, che costituiscono circa l’80% della flotta di veicoli elettrici di Hertz. Inoltre, i costi di riparazione dei veicoli elettrici sono stati più elevati del previsto, influenzando negativamente l’attività di noleggio auto.

Di fronte a ciò, Hertz ha annunciato di voler vendere circa un terzo della sua flotta di auto elettriche, per investire poi in nuovi modelli a combustione interna. Nonostante la vendita di una parte delle auto elettriche, l’azienda continuerà a implementare la sua strategia sulla mobilità elettrica, con l’obiettivo di migliorare la redditività della restante flotta di veicoli elettrici attraverso iniziative come l’espansione delle infrastrutture di ricarica e l’implementazione di politiche per migliorare l’esperienza dei clienti con auto elettriche.

Articolo precedenteLa nuova frontiera della mobilità: Stellantis punta sulle batterie agli ioni di sodio
Prossimo articoloHyundai Ioniq 5 N NPX1: la rivoluzione elettrica dell’auto sportiva
Avatar
Sono una giovane e appassionata giornalista di 22 anni che lavora per il rinomato sito di tecnologia "Tecnoandroid.it". Nata e cresciuta a Roma, Italia, ho sviluppato un grande interesse per la tecnologia e i dispositivi elettronici fin dalla tenera età.